Yokohama 160×600
Jok 160X600

Porsche Sports Cup Suisse – Ernst Keller si aggiudica la gara sprint e la endurance della GT3 Cup Challenge

PCH15_0891_fineLo scorso fine settimana, sul leggendario «Autodromo Enzo e Dino Ferrari» di Imola si è corsa la quinta e penultima manche della Porsche Sports Cup Suisse 2015. Durante le prove libere di giovedì, alle quali hanno partecipato oltre 120 piloti, l’ha purtroppo fatta da padrone la pioggia. Le prove di venerdì si sono invece disputate sull’asciutto, mentre le gare di sabato, per le quali si sono presentati al via circa 60 concorrenti iscritti a varie categorie, sono state baciate dal sole e da temperature attorno ai 25 gradi. Come a Le Castellet, la terza manche stagionale, una delle due gare sprint è stata sostituita da una gara endurance. 34 piloti iscritti alle serie Porsche Super Sports Cup e Porsche Sports Cup si sono dati battaglia sui 4,933 chilometri del tracciato emiliano per conquistare la vittoria nella gara endurance. Per la gara sprint e la 100 Miglia si è disputato un turno di qualifiche ciascuno.

PCH15_0892_fineNella sprint della GT3 Cup Challenge, Ernst Keller su 991 GT3 Cup (gruppo 5d) è giunto primo al traguardo dopo una gara interamente al comando. Lo stesso Keller si è poi aggiudicato anche la gara endurance. Già nelle qualifiche per la sprint e l’endurance, Keller è stato di due-tre decimi di secondo più veloce del campione in carica von Burg; un margine che gli ha fatto conquistare per ben due volte la pole position. Nella gara sprint Keller è giunto al traguardo primo davanti a Jean-Paul von Burg e Oliver Ditzler, anche loro su una 991 GT3 Cup (5d). «A eccezione dell’incidente del mio compagno di squadra Urs Schlegel, è stato un weekend perfetto», ha dichiarato Keller. «La gara sprint è stata estremamente combattuta e impegnativa. Von Burg mi è costantemente stato alle calcagna, aspettava solo che commettessi un errore. Nonostante la pressione sono però riuscito a difendere i miei tre decimi di secondo di vantaggio fino al traguardo. Sono estremamente felice della mia prima vittoria nella GT3 Cup Challenge», ha spiegato.

PCH15_0890_fineNella 100 Miglia, Keller è nuovamente partito dalla pole position nella GT3 Cup Challenge. Alle sue spalle Jean-Paul von Burg (5d), la coppia di piloti composta da Sara Sina e Fredy Barth (5c) e Oliver Ditzler (5d). Sebbene all’inizio von Burg abbia superato Keller, quest’ultimo nel corso della gara si è riportato a ridosso dei primi. Durante una manovra di sorpasso in cui Jean-Paul von Burg (5d) ha cercato di superare Heinz Bruder (7a), Keller ne ha approfittato per portarsi in prima posizione. Nonostante la penalità di 10 secondi per aver ignorato la bandiera blu, Keller alla fine è riuscito a vincere la GT3 Cup Challenge. Destino simile per Oliver Ditzler, al quale è altresì stata inflitta una penalità per lo stesso motivo. Uno strafelice Keller ha così riassunto la sua gara: «Sono partito male dalla pole e all’inizio non sono riuscito a tenere il passo dei più veloci. Non mi poteva capitare occasione migliore di superare von Burg e Bruder in un colpo solo. Dopo il sorpasso, grazie alla mia auto perfetta, giro dopo giro sono riuscito ad aumentare il distacco da von Burg. Vorrei ringraziare tutto il Team Sportec per lo straordinario supporto e il lavoro fantastico che ha svolto questo weekend.»

PCH15_0884_fineLa GT3 Cup Challenge, nella quale competono i gruppi 5c e 5d (gruppo 5c: 997 GT3 Cup 2010-2013; gruppo 5d: 991 GT3 Cup 2014), si disputa nell’ambito della Porsche Super Sports Cup.

Nella generale della gara endurance, la coppia di piloti formata da Andreas Coradina e Ilya Melnikov, su una 991 GT3 Cup (gruppo 7a) modificata, in qualifica ha conquistato la pole position. Alle loro spalle Rémi Terrail ed Enzo Calderari / Philippe Menotti (tutti su 997 GT3 Cup R, gruppo 7b). Partiti dalla prima casella, Coradina e Melnikov sono rimasti al comando per tutta la gara, varcando la linea del traguardo con il miglior tempo (1:45:309 minuti) e una media di 167,814 chilometri orari.

Nella gara sprint della Porsche Super Sports Cup, Rémi Terrail su 997 GT3 Cup R (gruppo 7b) ha fatto registrare il giro più veloce (1:45.789 minuti) e una velocità media di 167,053 chilometri all’ora che gli ha permesso di conquistare la vittoria generale. Martin Konrad, pilota del trofeo Porsche Alpenpokal, con la sua 997 GT3 Cup è risalito dall’ottava posizione al quarto posto, doppiando anche i tre piloti al comando nella GT3 Cup Challenge. I concorrenti al via nella Porsche Super Sports Cup erano 25, fra questi anche sei del trofeo austriaco Porsche Alpenpokal.

PCH15_0886_fineNella gara sprint della Porsche Sports Cup, Oliver Michael, al volante di una 997 GT3 e altresì iscritto al Porsche Alpenpokal, ha ottenuto in qualifica il miglior giro (1:55.646 minuti) che gli è valso la pole position. Purtroppo in gara ha dovuto cedere il comando a Ivan Reggiani, scattato dalla seconda casella sulla sua 996 GT3 Cup (gruppo 5a). Michael è tuttavia stato il più veloce in pista fra tutti i 16 concorrenti: suo infatti il best time di 1:56.601 minuti, con una velocità media di 151,563 chilometri all’ora. Daniel Timbal su 996 GT3 Cup (gruppo 5a), dopo essere partito dal settimo posto, ha scavalcato un pilota dopo l’altro. Purtroppo la sua rimonta non è bastata a superare anche il leader della sua categoria, il gruppo 5a. Alla fine Timbal ha concluso la gara al terzo posto alle spalle di Reggiani e Michael.

PCH15_0887_fineNel gruppo 4c, Markus Humbel su 991 GT3 è partito davanti a Giuliano Longa su 991 GT3 RS e ad Adrian Spescha su 991 GT3. Humbel ha difeso il primo posto dal pronti-partenza-via fino al traguardo. Anche Longa e Spescha sono arrivati alla bandiera a scacchi nello stesso ordine con cui erano partiti al semaforo verde, ossia rispettivamente al secondo e terzo posto.

Jaques Nussbaumer su 997 GT3 ha invece vinto la Porsche Driver’s Challenge, la prova di regolarità alla quale hanno partecipato 16 piloti. Nella prova di regolarità occorre percorrere i giri con tempi possibilmente costanti. La media di tutti i giri percorsi da un pilota stabilisce il giro di riferimento. Nussbaumer alla fine è risultato essere il pilota con la differenza minore dal giro di riferimento (4338 punti di penalità). Secondo posto per Fabio Resico su 996 GT3 con 4547 punti di penalità, terzo René Auinger su 991 GT3 con 4701 punti. Già nella precedente gara, a Digione, Auinger aveva conquistato il terzo posto.

PCH15_0888_fineXavier Penalba, direttore sportivo della Federazione Porsche Club Svizzeri, si è detto soddisfatto del seguitissimo weekend di gare a Imola: «La sera, alla cena c’erano oltre 160 persone. Un’atmosfera fantastica, come in una grande famiglia! Grazie a circa 60 piloti al via e a oltre 120 concorrenti che hanno partecipato alle prove libere, possiamo dire che il fine settimana di gare è stato un vero e proprio successo.»

L’ultima prova della Porsche Sports Cup Suisse 2015 è in programma il 24 ottobre 2015 a Magny-Cours (Francia).

Comunicato stampa Porsche

]]>

Related posts